giovedì , 17 agosto 2017
Home » Security » Silk Road chiuso, la rete TOR trema
Silk Road chiuso, la rete TOR trema
silk road è stato chiuso. TOR trema

Silk Road chiuso, la rete TOR trema

E’ di poche ore fa la notizia secondo la quale, Silk Road il portale dell’illegalità per eccellenza sia stato chiuso da un’operazione della FBI individuando così anche il proprietario.

Ross Ulbricht ingegnere software di 29 anni, è stato arrestato con l’accusa di riciclaggio di denaro e spaccio.
Il suo portale, fruibile esclusivamente sulla rete anonima TOR, offriva la possibilità ai propri utenti di acquistare prodotti illegali, tra cui armi, droghe, documenti falsi senza lasciar alcuna traccia: le transazione economiche infatti venivano effettuate attraverso Bitcoin, la famosa moneta virtuale anonima.

Il portale che in questo momento mostra il logo della FBI dal 2011 ha visto transitare più di 900.000 utenti registrati.
L’attività intrapresa da Ulbricht ha generato una mole di vendita pari a 9.5 milioni di bitcoin, pari ad un totale di 1.2 Bilioni di dollari.

Interrogati sull’accaduto anche i genitori del ragazzo che sono letteralmente caduti dalle nuvole.

L’accaduto mette a rischio la reputazione di TOR che per quanto possa essere affidabile, presenta delle caratteristiche che se ben sfruttate da enti governativi o grandi investitori riduce la capacità di anonimizzazione ( ne parlavo già 6 anni fa su Exploit )

About Davide Denicolo

Loading Facebook Comments ...

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>